Assemblea Generale dei soci 2017 (relazione)

Prima di illustrare l’agenda della serata, Fausto, ricorda che oggi ricorre la “Giornata della Memoria”. 

In seguito illustra le iniziative sociali portate avanti nel corso dell’anno che hanno richiesto e richiedono sempre più il coinvolgimento dei soci, ringraziando i volontari che operano per queste iniziative. Il gemellaggio con il CAI di Iseo ha prodotto una serata con l’alpinista Valentino Cividini molto partecipata, non altrettanto le escursioni gemellate.  Altre serate sono state organizzate dalla nostra sezione con OscarGiazzi e Angelo Maggiori (I due poli – Campo base K2). Il corso sull’utilizzo dell’ARTVA, serata teorica e giornata con esercitazione pratica, sarà ripetuto anche quest’anno. Non stanno producendo i risultati sperati i corsi cui tre giovani soci della sezione partecipano per divenire istruttori. Per i terremotati del Centro Italia è stato versato un contributo di €500, altri arriveranno dalla “Proai-Golem”.

Anna, delegata al CAI  di Brescia, ci informa che nel corso dell’anno è stata data importanza allo sviluppo dell’attività CAI fra i giovani. Grazie al contributo giunto dal CAI Lombardo (€1.500), si è organizzato un corso di avvicinamento alla montagna per un gruppo di giovani non iscritti, curato da Giulia Venturelli; l’esperienza sarà riproposta. La biblioteca ha creato un motore di ricerca/database che permette di recuperare l’informazione richiesta all’interno della rivista Adamello. E’ inoltre proseguita l’opera di ammodernamento dei rifugi della nostra provincia

In assenza di Gigi Turla, revisore del bilancio della sezione, Cesare assume il compito di illustrarne i punti salienti; tre l’altro ricorda che gli iscritti alla sezione sono nel 2016 saliti da 291 a 297. L’Assemblea approva.

Sempre Cesare, in vece di Francesca che ne è la responsabile, relaziona sulla gestione della Madonna del Corno. Poco meno di 600 sono le persone che hanno usufruito della struttura nell’ultimo anno, vuoi per pernottare, vuoi per l’uso cucina. Sempre graditi sono i soci che dedicheranno un poco del loro tempo all’apertura domenicale dello stabile o che vorranno curare la manutenzione esterna del verde. Quest’anno nella giornata dedicata alla cura dei sentieri (2 Aprile) sarà inserita la manutenzione alla Madonna del Corno.

Aldo, per conto del gruppo dei Sempreverdi, oltre a snocciolare dati “da invidia” sulle escursioni intraprese nell’anno appena trascorso, ricorda il gemellaggio ormai indissolubile con l’UISP di Brescia. Tutte le escursioni sono ben documentate sul sito www.sempreverdifranciacorta.it

Gianni ci fa sapere che lo scorso anno il gruppo di aspiranti sciatori era composto di 21 iscritti di varia età. Purtroppo quest’anno il corso è stato annullato, vuoi per scarso innevamento, vuoi per la mancanza d’iscritti (forse anche la crisi economica incide).

Sempre Gianni, come Presidente della “Proai-Golem”, fa notare come la manifestazione si sia evoluta nel corso degli anni; 500 gli iscritti all’ultima edizione, merito anche dei precedenti direttivi. Da qualche anno, anche la gara Junior, suscita interesse e partecipazione (80-90 iscritti). Continua il contributo alla solidarietà, che è, oltre a quello sportivo, l’aspetto principale della manifestazione. Contributi sono andati a Fausto De Stefani, per lì iniziativa in Nepal; alle adozioni a distanza; alla CRI di Marone.

Riprende la parola Fausto per rilevare come il calendario delle escursioni sociali sia stato gradito e premiato da una discreta partecipazione dei soci. Ricorda che il costo del rinnovo del bollino rimane invariato  (€45,00), ma dovrà col tempo adeguarsi a quello della sede di Brescia per volontà della stessa (nella bergamasca sezioni e sottosezioni hanno già gli stessi prezzi). Auspica per il nuovo direttivo un ambiente ove in armonia si discutano le idee, non le persone che le propongono. Passa poi a citare i nomi dei soci con 25 anni di presenza: Zanini Luigi, Tocchella Domenico, Rinaldi Valentino e Franceschi Giulia.

L’elezione del nuovo direttivo e relativo reggente per i prossimi tre anni avviene per acclamazione. Il direttivo è composto dai seguenti soci: Cesare Archetti, Giliola Bosio, Marco Dossi, Francesca Delledonne, Turra Gianni, Emma Paderni, Anna Gerevini, Negri Mirko, Alessandro Marini. Reggente Beppe Delledonne.

Dall’assemblea Andreino pone un ringraziamento al direttivo uscente e un augurio di buon lavoro al nuovo.